Pubblicazioni

13Nov 2017

Il Giudice di Pace di Arezzo ha emesso un’importante sentenza facendo chiarezza su una questione alquanto controversa relativa alla nozione di eccedenza di magazzino nel contesto della definizione di outlet presente nella legge regionale toscana.

In sintesi, una società attiva con oltre venti punti vendita quale franchisee di un’importante insegna nel settore della cosmetica veniva sanzionata dalla polizia municipale per aver commercializzato nel mese di ottobre 2015, in un punto vendita di tipo outlet ubicato in un centro commerciale toscano, alcune confezioni di cosmetici relative alle festività natalizie del 2015 prodotti in un periodo inferiore ai 365 giorni dalla data di vendita.

Continue reading

24Ott 2017

Le imprese industriali spesso si rivolgono a terzi per la produzione di merce da rivendere o per la produzione di alcune parti e/o componenti di un prodotto che – debitamente assemblato – viene poi venduto ai propri clienti (si pensi ad esempio al fabbricatore di automobili che fa produrre ad una pluralità di terzi – società normalmente di dimensioni ridotte – i finestrini, i volanti, il cambio, i sedili ecc. per poi assemblarli e vendere ai propri cliente l’automobile completa di tutti gli elementi ed accessori).

Continue reading

17Ott 2017

Ne La Rubrica Legale di Retail & Food del mese di ottobre, l’Avv. Alessandro Barzaghi affronta un tema di grande attualità: la tutela dei centri storici e il mantenimento dell’identità di quartiere per contrastare il sopravvento delle attività più a servizio del turismo. Il tema, al centro di grandi discussioni e talvolta polemiche, riguarda i provvedimenti che vengono messi in atto direttamente dai Comuni per disciplinare quali attività possano essere esercitate in alcune zone di importanza storica.

Continue reading

13Ott 2017

 

Nella newsletter ANIE di settembre 2017, l’Avv. Domenica Cotroneo commenta la sentenza n. 31900 del 3 luglio 2017 della Corte di Cassazione su un tema di grande interesse e cioè l’eventualità che possa configurarsi un reato in capo al preponente, in caso di omissione dei versamenti dei contributi previdenziali a danno di un agente di commercio.

Domenica Cotroneo in Telex ANIE settembre 2017 – Leggi l’articolo completo..

09Ott 2017

Nel numero di settembre del periodico Retail & Food, l’Avv. Giulia Comparini con l’articolo dal titolo “Attenzione ai termini di pagamento! La prima sanzione dell’AGCM per “abuso di dipendenza economica””, tratta l’argomento delle disposizioni introdotte nel nostro ordinamento contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali ed i poteri sanzionatori conferiti all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) al fine di contrastare il fenomeno dell’imposizione sistematica di termini di pagamento contra legem sia nei rapporti fra privati, che fra privati e Pubblica Amministrazione, soprattutto nei confronti di piccole e medie imprese.
L’Avv. Comparini esamina inoltre il primo provvedimento dell’AGCM nei confronti di una grande azienda per aver ripetutamente e sistematicamente ritardato i pagamenti ai propri fornitori, in violazione delle disposizioni sopra citate.

Giulia Comparini in Retail & Food – Leggi l’articolo completo

15Set 2017

camionLe bolle di consegna sono state spesso considerate “burocrazia” o documenti che attengono solamente al rapporto tra colui che spedisce ed il trasportatore.

Per tale ragione, raramente le bolle di consegna vengono adeguatamente raccolte e conservate dalle società. Rimane il retro-pensiero che in caso di necessità le bolle di consegna possono sempre essere chieste ai trasportatori. Ma i trasportatori, dopo un anno dalla consegna, spesso si disfano delle bolle di consegna, non ritenendole più utili in quanto i diritti derivanti dal contratto di trasporto si prescrivono in un anno ai sensi dell’art. 2951 c.c.

Leggi l’articolo completo di Roberto Tirone 

28Lug 2017

Nell’ultimo numero del Focus QI, Claudio Cocuzza ha pubblicato un articolo dal titolo: “Il retail italiano parla sempre più inglese”, un glossario dove vengono commentate parole che sono diventate d’uso comune nel mondo retail. Qualche esempio?  instant payments, la nuova frontiera in materia di pagamenti elettronici; blockchain, un protocollo di tracciabilità delle transazioni; food, che gioca un ruolo chiave nei nuovi concept dei retail stores; privacy,  con il nuovo regolamento europeo sui data protection;  turnover rent e  value dilemma: un nuovo criterio per stabilire il valore di un negozio tramite il flusso di visite?

Questo mini glossario farà parte della pubblicazione Retail Trends 2017, la ricerca sul “sentiment” degli operatori del retail di Cocuzza & Associati Studio Legale  che, giunta ormai al quarto anno, verrà presentata il prossimo 25 ottobre.

Claudio Cocuzza in Focus QI n° 38 – Leggi l’articolo 

21Lug 2017

Il numero di luglio/ agosto di Retail & Food riporta un articolo di Alessandro Barzaghi dal titolo “Intelligenza giuridica artificiale: fine dei legali?” in cui vengono valutati i pro e i contro della cosiddetta intelligenza artificiale applicata ai servizi legali.

Se da una parte si presume che le aziende potranno utilizzare direttamente i nuovi software per ottenere delle risposte (con risparmio di tempi e costi) o a supporto nella stesura di contratti, dall’altra è evidente che queste nuove tecnologie non potranno sostituire la figura del legale che potrà e dovrà sempre più utilizzarle a supporto della propria professione, ma al solo fine di ottimizzare i servizi resi ai propri clienti.

Alessandro Barzaghi in Retail & Food – Leggi l’articolo completo

Page 1 of 6
1 2 3 6