Nel numero di ottobre di Retail & Food, la Rubrica Legale curata dallo Studio Cocuzza & Associati si occupa dei contratti preliminari.

L’articolo dell’avvocato Barzaghi espone – in una lista di pro e contro – le ragioni per cui conviene, oppure è sconsigliabile, che le parti contrattuali giungano alla sottoscrizione di un preliminare.

Tra le ragioni a favore del preliminare compare certamente l’opportunità di definire in anticipo  tutti gli aspetti, commerciali ma soprattutto giuridici, che regoleranno il contratto, il che renderà spedito e “senza sorprese” il momento della sottoscrizione del contratto definitivo.

Contro il preliminare, invece, vi sono le esigenze di rapidità delle negoziazioni tra imprenditori, che mirano a concludere l’affare mediante la sottoscrizione di più scarne lettere di intenti, lasciando poi ai giuristi  i “dettagli” – ed i relativi litigi – sulle clausole contrattuali in un momento successivo, in vista del closing.

Alessandro Barzaghi in Retail & Food – Leggi l’articolo completo