Newsletter

04Dic 2018

Il cosiddetto cobranding nasce come strumento di marketing, oggi sempre più spesso utilizzato nel mondo della moda – e dei marchi celebri più in generale – per sfruttare l’effetto moltiplicatore sulla notorietà che deriva dall’unire due marchi nella ideazione e/o realizzazione e/o vendita di prodotti in edizione limitata.
Un termine che troviamo legato al cobranding è quello di capsule collection che consiste nel risultato della collaborazione tra due brand appartenenti a segmenti commerciali diversi – oppure tra un brand ed un personaggio famoso o un influencer – finalizzata alla creazione di prodotti in edizione limitata.

Continue reading

04Dic 2018

È possibile enucleare alcune possibili interferenze tra la normativa sulla protezione dei dati personali e il d.lg. 231/2001.

La rilevanza a fini 231 dei delitti in materia di privacy

I delitti in tema di privacy (artt. 167-172 Codice privacy) non possono essere ascritti in quanto tali ad una persona giuridica, non essendo previsti dal d.lg. 231 quali reati presupposto ex artt 24 e seguenti.

Tuttavia, essi possono acquisire rilevanza indiretta ai sensi del d.lg. 231, in due ipotesi.

Continue reading

04Dic 2018

Con sentenza n. 194 del 9 novembre 2018, la Corte Costituzionale italiana ha dichiarato costituzionalmente illegittimo l’art. 3, co. 1, del D. Lgs. n. 23/2015 (c.d. Jobs Act), sia nel testo originario che nel testo recentemente modificato dal D.L. 12.7.18 n. 87, convertito nella legge 9.8.18, n. 96 (c.d. Decreto Dignità).

Il giudizio di incostituzionalità colpisce, principalmente, i criteri che la norma identifica ed indica per la quantificazione dell’indennità risarcitoria prevista per le ipotesi di licenziamento illegittimo.

Continue reading

04Dic 2018

Lo scorso ottobre, presso Il Circolo del Commercio a Palazzo Bovara, si è rinnovato l’appuntamento annuale di presentazione del report realizzato dal nostro Studio con la collaborazione di alcune delle più importanti società operanti nel settore retail. Come per l’anno precedente, prima della presentazione si è svolto un “forum legale” che ha toccato i legal topic più interessanti del momento: rimodulazione degli spazi commerciali, rinuncia preventiva all’indennità, nuovo regolamento commercio del Comune di Roma, legittimità della licenza commerciale e regolarità urbanistica dei locali, disciplina degli outlet e ultimissime sulle chiusure domenicali. Il report Retail Trends 2018 è stato distribuito durante l’evento di presentazione.

 

 

04Dic 2018

Con l’incremento del commercio on line una attenta ed accurata gestione del reso dei prodotti è sempre più importante. E tale aspetto è ancora più importante nell’ambito delle reti in franchising ove i franchisor intendano permettere ai propri clienti di restituire la merce in qualsiasi negozio collegato al proprio brand, e quindi anche nei negozi dei propri franchisee.

Continue reading

24Set 2018

La Cassazione è tornata recentemente a pronunciarsi sulla delicata questione dell’ammissibilità della rinuncia all’indennità di avviamento dovuta al conduttore a fine locazione, ribadendo l’originario orientamento, nettamente prevalente in giurisprudenza e in dottrina, circa l’irrinunciabilità preventiva a tale indennità. Pertanto, la relativa clausola contenuta nel contratto di locazione è da ritenersi affetta da nullità e, come tale, non opponibile al conduttore.

Continue reading

24Set 2018

Sempre più di frequente imprenditori del settore della distribuzione commerciale chiedono di inserire nei propri contratti – o si ritrovano nei contratti già sottoscritti – una clausola di credit limit. Con essa, in sostanza, il fornitore stabilisce – o individua le modalità e i parametri per stabilire – un limite massimo di credito a favore del proprio distributore, superato il quale il fornitore può decidere di interrompere la vendita dei propri prodotti al distributore finché l’esposizione debitoria di quest’ultimo non venga riportata al di sotto del limite contrattualmente stabilito.

Un esempio di clausola standard di credit limit è il seguente “Qualora il Fornitore riceva ordini dal Distributore che comportino il superamento del Limite di Credito come sopra definito, il Fornitore avrà la facoltà di sospendere la fornitura della porzione di Prodotti il cui prezzo comporti il superamento del Limite di Credito per tutto il tempo in cui tale condizione sarà sussistente”.

Continue reading

05Lug 2018

Con quest’ultima edizione della newsletter che precede le vacanze estive, Vi proponiamo alcuni articoli che toccheranno argomenti di sicuro interesse quali: 231 e appalti pubblici, diritto di accesso ai documenti della Pubblica Amministrazione, distretti del cibo e, per finire, in tema con il periodo dell’anno, saldi e outlet on line!

Vi auguriamo buona lettura e buone vacanze!

05Lug 2018

L’e-commerce – specie nel settore della moda – è ormai esperienza quotidiana e diffusissima.

Sempre più di frequente accade anche che l’offerta online “raddoppi” e che l’operatore commerciale decida di rendere virtuale anche l’outlet, in cui vendere a prezzi ribassati le collezioni delle stagioni precedenti, collezioni create ad hoc, prodotti leggermente difettati oppure articoli di campionario.

Ma quali norme o regolamenti si applicano all’outlet online? Esiste una disciplina sui saldi in questo particolare ambito? La parola saldi è sempre liberamente utilizzabile per identificare i prezzi ribassati praticati nell’outlet virtuale?

Continue reading

05Lug 2018

A partire dal 2018, sono stati ufficialmente riconosciuti i Distretti del Cibo, vale a dire tutti quei distretti agroalimentari e rurali che siano caratterizzati da una significativa presenza di attività agricole, le quali, in stretta collaborazione lungo tutta la filiera alimentare, cooperano e contribuiscono alla riqualificazione ed alla valorizzazione della zona, nonché alla promozione delle sue risorse e prodotti tipici.

Continue reading

Page 1 of 4
1 2 3 4